NOTA: Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili.

se NON cambia le impostazioni del browser l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
 

(02 41 53 404

e-mail  

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

inizio spettacoli 
ore 21
INGRESSO:
intero 10.00 euro
ridotto 8.00 euro 
(FINO AI 18 ANNI E OLTRE I 60)

 

strumenti musicali a cura di Maurizio Parola

parola
tf 331 44 86 516

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Gaslight

Commedia di  Patrick Hamilton

 

Compagnia

Retropalco

 

 

 

 Milano Criminale anonima Locandina

Bella Manningham, una giovane donna appena trasferitasi nel centro di Londra con il marito Jack soffre di disturbi nervosi ed è ossessionata dalla paura di impazzire.

L’angoscia della donna è ingigantita da una casa cupa, buia, che sembra nascondere mille misteri, e dai continui litigi con Jack, marito assente e dispotico, che la domina, e solo di rado dimostra l’amore di uno sposo.

L’opera, definita dall’autore stesso un thriller vittoriano, ha tutte le caratteristiche di un giallo psicologico pieno di tensione, capace di tenere lo spettatore incollato alla poltrona


 

Michelangelo, il giudizio

testo e regia di Giovanni Moleri

 

 

Teatro dell'Aleph

 

 

 

 Locandina Teatro Nodo Se canten i gaijnn jpg 001

Lo spettacolo presenta l’artista intento a svolgere il suo lavoro sul Giudizio Universale nella Cappella Sistina. Michelangelo si scontra con problematiche che lo renderanno unico, con la natura vera del suo mestiere e la presenza misteriosa del Dio della storia 

 

C’è un ostaggio nel palazzo? 

 

Compagnia La Creta

 

commedia in 2 atti

di Alain Reynaud Fourton
 follia
 
Il suicidio di un romanziere che si sente inutile ed impotente, è interrotto da una portinaia tanto impicciona e miope quanto perspicace e dall’arrivo di un amico che decide di condividerne la scelta. I loro piani vengono però sconvolti dall’arrivo di tre improbabili rapinatori, di cui diventano vittime e persecutori. L’appartamento si trasforma così nel set di un vertiginoso crescendo di colpi di scena e divertenti gag.